La più antica arte rupestre è firmata Neanderthal

In quella che oggi chiamiamo Spagna, più di 110 000 anni fa, qualcuno dipingeva murali sulle pareti delle caverne mescolando pigmenti colorati. Ma… colpo di scena: era l’uomo di Neanderthal (Homo neanderthalensis), come ha mostrato uno studio su Science and Science Advances che ci porta – ancora una volta – a rivedere il nostro immaginario comune sul parente più prossimo della nostra specie sull’albero genealogico del genere Homo. I murali trovati dagli scienziati sono i primi che risalgono all’epoca dei Neanderthal, precedono l’arrivo di Homo sapiens in Europa e comprendono il più antico esempio di arte rupestre mai scoperto.

Continua a leggere su Oggiscienza: La più antica arte rupestre è firmata Neanderthal

 

Annunci
Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Lavaggi nasali: quando servono davvero

Nella cultura Yoga lo jala neti è una tecnica di pulizia nasale utilizzata per rimuovere gli ostacoli al passaggio dell’aria attraverso il naso. La pratica, che negli ultimi anni si è diffusa anche al di fuori di questa tradizione, consiste nel lavaggio delle cavità nasali con soluzione fisiologica e avviene attraverso un recipiente dotato di un beccuccio, chiamato neti lota (in inglese neti pot). Il paziente versa la soluzione in una narice, lascia che fluisca e poi fuoriesca dall’altra. Il neti lota non è però l’unico metodo utilizzato per la pulizia del naso: l’irrigazione può essere ottenuta anche con un flaconcino, uno spray o una bottiglietta dotata di nebulizzatore.

Ma il lavaggio serve davvero per l’igiene quotidiana? “Un naso che funziona bene ha già il suo meccanismo di difesa: la clearance mucociliare”, spiega a OggiScienza Matteo Gelardi, otorinolaringoiatra e presidente dell’Accademia Italiana di Rinologia. “Negli adulti i lavaggi nasali sono consigliati solamente in presenza di patologie infiammatorie, in particolar modo nel caso di forme infettive, come la rinosinusite. Il naso deve essere lavato quando le cavità nasali sono occupate da secrezioni, più o meno dense. In questi casi il lavaggio dovrebbe essere praticato prima di intervenire con qualunque altra terapia, ad esempio prima di utilizzare aerosol o spray cortisonici contro la rinite allergica. Questi trattamenti medici sono infatti mirati alla cura della mucosa: affinché siano efficaci, deve prima essere rimosso il muco”.

Continua a leggere su Oggiscienza: Lavaggi nasali: quando servono davvero

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Trovate cellule staminali non ematopoietiche nel sangue

È cosa ben nota da anni che all’interno del sangue, dopo stimolazione farmacologica del midollo, circolino anche cellule staminali ematopoietiche, quelle che danno origine a tutte le cellule del sangue. Per la prima volta invece è stato dimostrato che nel sangue dei donatori sani, oltre a globuli rossi, bianchi e piastrine ed ematopoietiche, circolano anche cellule staminali non ematopoietiche, che si possono isolare e replicarle.
Lo ha dimostrato uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Padova, in collaborazione con la Fondazione T.E.S Onlus e con il Centro trasfusionale di Belluno, pubblicato sul Journal of Cellular and Molecular Medicine.

Continua a leggere su Oggiscienza: Trovate cellule staminali non ematopoietiche nel sangue

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Cybersecurity: l’esperienza industriale

Industria 4.0, Quarta Rivoluzione industriale: OggiScienza ha già affrontato questi temi. Stiamo vivendo un cambiamento epocale nel modo di pensare l’industria, con l’introduzione di avanzate tecnologie di automazione che prevedono elevate interazioni con gli esseri umani e interconnessione su rete, ossia la capacità di far dialogare macchine, apparati e sistemi di produzione mediante specifici protocolli. È proprio questo aspetto, un requisito irrinunciabile per le macchine e i siti di manufacturing di nuova generazione, a determinare una maggiore esposizione agli attacchi informatici. Non a caso, sia a livello nazionale che europeo, le istituzioni governative hanno indicato nella cybersecurity una delle sfide più significative e cruciali nell’implementazione dei nuovi paradigmi di industria.

Tematiche complesse e relativamente recenti che vanno gestite su tutti i livelli, dai tavoli della Commissione Europea fino alle scrivanie e agli home computer degli utenti comuni. Abbiamo ascoltato il parere di chi affronta quotidianamente questi problemi nel mondo dell’industria: Antonio Giustino, Corporate Industrial Risk Manager del gruppo Solvay e membro del comitato scientifico di SPS Italia, che da più di 30 anni lavora nell’ambito IT, tecnologie dell’informazione.

Continua a leggere su Oggiscienza: Cybersecurity: l’esperienza industriale

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Quando il videogioco è come una droga

Una partita, poi un’altra, e un’altra ancora, “no aspetta ancora un livello”, “batto questo record e poi spengo”. E in un attimo è passato il pomeriggio, senza che si riesca a spegnere il computer o la console. Sono moltissime le persone (auto-ammissione di colpa da parte di chi scrive) che si sono trovate in questa situazione almeno una volta nella vita.

Come nel caso dell’uso di alcol, o di sostanze stupefacenti, non basta tuttavia un singolo eccesso per definire uno stato di dipendenza. Nel mondo, però, sta crescendo in maniera preoccupante il numero di gamer che assume, nei confronti dei videogiochi, un pattern comportamentale riconducibile alle dipendenze. Per questo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sta valutando l’ipotesi di inserire la dipendenza da videogiochi nella prossima edizione dell’International Classification of Diseases, la lista delle patologie ufficialmente riconosciute.

Continua a leggere su Oggiscienza: Quando il videogioco è come una droga

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Donare per il sistema Hyst eleva il “livello karmico”

IL PARCO DELLE BUFALE – Come onlus autorizzata dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, Scienza per Amore aveva dovuto sospendere la ricerca di finanziamenti durante il processo sui fondi destinati alla costruzione di una macina in grado di trasformare la paglia e altri residui agricoli in farina per esseri umani, mangime per animali e biocarburante, e quindi di salvare l’Africa dalla fame.

Continua a leggere su Oggiscienza: Donare per il sistema Hyst eleva il “livello karmico”

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

La guerra dell’Ascensione fra maghi e tecnocrati

La settimana di Julia inizia nel freddo e nella pioggia del novembre svedese. Julia vive a Malmö, lavora come commessa part-time in una libreria e fa volontariato in un centro di accoglienza, il Nordic Aid, dove aiuta a preparare da mangiare per i tanti rifugiati giunti dalla Siria e dall’Afghanistan. Gli arrivi durante l’autunno sono drasticamente aumentati, mettendo in crisi le istituzioni svedesi. Coordinare una cucina di volontari che deve nutrire più di duecento persone non è certo un’impresa facile ed è qui che si comincia a interagire con la storia di Julia, decidendo il suo approccio al problema scegliendo fra diverse opzioni.

Continua a leggere su Oggiscienza: La guerra dell’Ascensione fra maghi e tecnocrati

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento