“Indisponibilità e disponibilità della vita”, di Giovanni Fornero

di Francesca Zanni

Si è parlato spesso di eutanasia e di fine vita negli ultimi anni. Dal caso di Piergiorgio Welby a quello di Eluana Englaro, fino al più recente dibattito su Fabiano Antoniani, conosciuto come DJ Fabo sono stati moltissimi i casi in cui la volontà di alcuni cittadini di porre fine alla propria vita si è scontrata con le leggi ma anche con il parere e l’etica di molte persone. Nel voluminoso saggio Indisponibilità e disponibilità della vita. Una difesa filosofico giuridica del suicidio assistito e dell’eutanasia volontaria (UTET 2020, 35€) Giovanni Fornero, saggista e filosofo italiano che si è largamente occupato di temi di bioetica legati al suicidio assistito e al fine vita, venfono sviscerati questi temi da diversi punti di vista. Innanzitutto quelli filosofico-giuridici, ma è merito dell’autore anche quello di analizzare il tema dal punto di vista dell’etica medica e dei compiti e delle responsabilità del personale sanitario.

Continua a leggere su Oggiscienza: “Indisponibilità e disponibilità della vita”, di Giovanni Fornero  

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Screening COVID-19 a distanza

Con lo scopo di monitorare e prevenire la diffusione dell’epidemia di Covid-19, oggi, dalle ore 23.00 alle ore 23.30, sarà effettuato uno screening di tutta la popolazione europea.

Utilizzando le Termocamere Flir Exx modelli E53, E75 e T530 installate sul Satellite UI 12, attraverso una serie di sensori infrarossi, senza contatto e con altissima precisione, si provvederà alla misurazione della temperatura RETTALE dell’intera popolazione europea, in massima sicurezza.

Immagine presa assolutamente a caso da un post precedente, e che non c’entra niente…

È bene precisare che le misurazioni delle radiazioni infrarosse, effettuate con questi speciali sensori che permettono la misurazione a distanza della temperatura, NON sono assolutamente pericolose per gli esseri umani, gli animali e le piante (esiste un minimo livello di rischio per i boccaloni).

Quindi si richiede a tutta la popolazione di ESPORRE il culo ad una finestra aperta sul lato SUD dell’abitazione, tenendo nella mano destra la carta d’identità (o altro documento equivalente), e nella mano sinistra la tessera sanitaria non scaduta.

Se la quantità delle finestre è minore rispetto ai culi presenti in casa si consiglia ad usare balconi, terrazzi, tetti o, quando possibile, giardini (privati ovviamente), rigorosamente rispettando la distanza minima di sicurezza tra i culi di 2 metri, e mantenendo il corretto allineamento nord (testa) – sud (culo).

Per agevolare e migliorare la precisione di rilevazione dei dati è gradita la tricotomia dei glutei per ridurre al minimo le interferenze. Si suggerisce inoltre di evitare di consumare fagioli e simili, per ridurre la possibilità di flatulenze che potrebbero falsare le letture (e che tra l’altro contribuiscono a peggiorare all’effetto serra).

Richiesta massima collaborazione e partecipazione. Insieme ce la faremo!

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Lo avevate capito che è una fake news, vero???

Pubblicato in Humor, Umorismo | Lascia un commento

La scuola che resiste al Covid-19, una sfida (ormai) globale

di Marco Milano

Gli studenti e gli insegnanti di Vo’ Euganeo in provincia di Padova sono stati i primi a dover riorganizzare in tempi brevi la loro giornata di studio e di lavoro a causa del Sars-Cov-2. Era il 22 febbraio, e, per quanto inaspettata, quella sfida non si è rivelata impossibile.

Anzi, già nel giro di poche ore la reazione del corpo docente, delle strutture scolastiche e dei ragazzi ha catapultato Vo’ Euganeo in un’altra classifica, diversa dalla sofferta curva dei contagi. La “rete” messa su nel comune padovano è stata la prima best practice degna di nota in fatto di didattica a distanza forzata dal coronavirus, ripresa poi anche in un servizio della BBC: esperti di robotica, di giornalismo, insieme a classi gemellate da diverse regioni hanno aiutato i decenti di sempre, che intanto facevano lezione da casa. Il tutto attraverso piattaforme di videoconferenza gratuite.

Continua a leggere su Oggiscienza: La scuola che resiste al Covid-19, una sfida (ormai) globale   

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Serve un piano a lungo termine per uscire dalla pandemia di COVID-19

di Giancarlo Sturloni

È ormai evidente che siamo di fronte a un evento epocale: la pandemia di COVID-19 ha già stravolto molte abitudini consolidate ed è destinata ad avere un impatto senza uguali in tempo di pace sulle società contemporanee.

Mentre il contagio continua a diffondersi (al 7 aprile si contano più di 1.300.000 casi confermati in 184 nazioni del mondo), gli epidemiologi avvertono che occorre elaborare una strategia di lungo periodo per convivere con il nuovo coronavirus, con ogni probabilità destinato a circolare fra gli esseri umani almeno finché non avremo sviluppato un vaccino. Secondo molti osservatori, inoltre, le scelte che siamo chiamati a fare oggi avranno ripercussioni durature anche nel dopo-pandemia.

Continua a leggere su Oggiscienza: Serve un piano a lungo termine per uscire dalla pandemia di COVID-19  

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Suicidio in bambini e adolescenti: per una politica della prevenzione

di Federica Lavarini

È dello scorso dicembre la notizia di un bambino di nove anni che ha tentato il suicidio. Una notizia di tale portata che ha evocato in tutti noi emozioni diverse: dalla negazione alla stigmatizzazione, dall’interrogarsi sul perché al domandarsi se potrebbe capitare anche ai nostri figli al chiedersi quali siano le responsabilità degli adulti.

Continua a leggere su Oggiscienza: Suicidio in bambini e adolescenti – per una politica della prevenzione  

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

COVID-19: quali farmaci si stanno sperimentando

di Francesca Camilli

Dall’inizio della pandemia di Coronavirus centinaia di medici e ricercatori lavorano per trovare possibili strategie per la cura della COVID-19, la malattia causata dal virus. Sono state già testate decine di farmaci, approvati e utilizzati comunemente per il trattamento di altre malattie. In momenti come questo, il “riposizionamento del farmaco” è particolarmente importante perché permette di ridurre i rischi di tossicità, richiede poco tempo e bassi costi. L’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha ribadito che nessun farmaco ha ancora dimostrato la sua efficacia nel trattamento del COVID-19 ma sta monitorando lo sviluppo di 40 possibili terapie.

I candidati per la terapia COVID-19 si possono dividere in farmaci diretti contro il virus e farmaci che agiscono sulla risposta dell’ospite. I primi sono utilizzati come cura nelle prime fasi della malattia per bloccare la replicazione virale. I pazienti che si trovano nelle fasi avanzate, invece, potrebbero beneficiare di farmaci che hanno come bersaglio alcune molecole coinvolte nella risposta infiammatoria. I dati sull’evoluzione della patologia indicano infatti che l’iper-infiammazione è la principale causa di danno polmonare.

Continua a leggere su Oggiscienza: COVID-19 – quali farmaci si stanno sperimentando  

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Virus e verità graduali

di Enrico Bucci

Virus e verità graduali

Articolo pubblicato su Il Foglio.

Perché dovremmo credere alle istituzioni scientifiche che ci hanno detto che la mascherina serviva solo per gli infetti, ed oggi sembrano tornare sui loro passi?

Come facciamo a sapere se quello che ci dicono oggi sul fatto che gli animali domestici non sono un pericolo non risulti falso domani?

Se la comunità scientifica si è inizialmente divisa tra chi diceva che il pericolo non era superiore a quello di una influenza e chi invece annunciava l’arrivo di una pericolosa pandemia, che utilità ha starla ad ascoltare in occasione di ulteriori divisioni?

Continua a leggere su Cattivi Scienziati: Virus e verità graduali 

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento