I rischi di Internet


Non intendo parlare di virus informatici oppure di furti di identità, bensì di qualcosa di più sottile e pericoloso……
Con un PC ed una connessione alla rete, con pochi click del mouse si ha potenzialmente a disposizione tutto lo scibile umano. Internet ha i suoi punti di forza nella disponibilità, nella libertà e nella facilità di pubblicare un proprio sito, o blog, o forum, con costi irrisori. Io stesso ne ho uno, dove state leggendo questa rubrica.

Tutto bello? Non proprio, visto che in rete possiamo trovare le istruzioni per fabbricare in casa una bomba, mentre i terroristi la usano per pianificare e coordinare le proprie azioni. Triste…..

Ma il rischio a cui mi riferisco è proprio la grande libertà della rete. Tutti possono pubblicare una propria pagina, senza controllo, senza doverla giustificare. Possiamo trovare ogni tipo di informazione, dalla società della terra piatta ai gatti bonsai in bottiglia, dai classici in lingua originale ad ogni variazione possibile su temi quali l’11 Settembre, lo sbarco sulla luna o l’effettiva esistenza dei campi di sterminio nazisti.

In più, la mente umana è attratta dal mystero, dall’intrigo, quindi tesi indimostrabili ma ‘attraenti’ generano centinaia e migliaia di pagine web, che si rafforzano e si richiamano l’un l’altra. Diventa quindi difficile riuscire a discriminare tra notizie vere e false, tra affermazioni dimostrate e baggianate, tra realtà e fantasia.

Giornali e TV sono caduti spesso in false notizie pubblicate ad arte per ingannare, come per esempio la notizia del Tenente Indus .

Bisogna quindi attrezzarsi di pazienza e di giudizio, e cercare di vagliare le informazioni in base al loro grado di ‘affidabilità’. Lavoro difficile, lungo e faticoso, in quanto è facilissimo creare un ‘complotto’ (tanto non si deve dimostrare niente), mentre è difficile confutarlo (la rigorosa analisi dei dati è tediosa).

Un aiuto per identificare le false informazioni è il sito antibufala di Paolo Attivissimo, che consiglio a tutti di consultare in caso di dubbio.

Alla prossima!

Da Il Novese, Giovedì 5 Giugno 2008, Numero 22

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Bufale, Internet, Paolo Attivissimo, Scetticismo. Contrassegna il permalink.