Il sapore dei cibi viene deciso dal cervello

OggiScienza

4920908729_8ab6ef4c7b_zSCOPERTE – Il gusto dipende dal cervello, in particolare da una rete di neuroni specializzati che riescono a stabilire il sapore dei cibi. Questo è il risultato di uno studio della Columbia University, appena pubblicato su Nature.

Sappiamo che sono sei i gusti che riusciamo a percepire: dolce, salato, aspro, amaro e umami (gusto tipico della cucina orientale, legato al glutammato monosodico) e grasso. Si sa però poco su quale sia il meccanismo di percezione di queste categorie, ovvero da dove abbia origine il gusto.

In questa ricerca gli scienziati hanno studiato l’attivazione cerebrale legata al gusto. I ricercatori hanno quindi creato topi geneticamente modificati con cellule nervose (in particolare i neuroni gustativi) che quando vengono attivate diventano fluorescenti. In questo modo è stato possibile capire quali gruppi di neuroni sensoriali reagiscono alla somministrazione di ciascun gusto. Si è così scoperto che i diversi stimoli attivano una rete di connessioni tra la lingua…

View original post 264 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.