Come il cervello del moscerino distingue la puzza dal profumo

OggiScienza

14598917495_711b94a163_zSCOPERTE – Che un odore sia piacevole o sgradevole, non è solo una questione di gusti. E non è un dettaglio nella vita degli animali e, almeno storicamente, nemmeno nella vita dell’uomo. Per un animale distinguere un buon odore da una puzza può voler dire avere l’opportunità di accoppiarsi oppure di salvarsi la vita accorgendosi dell’avvicinarsi di un predatore o evitando di mangiare un cibo tossico.

Recentemente i ricercatori del Max Planck Institute for Chemical Ecology hanno potuto capire dove risiede la codifica dell’intensità e della qualità degli odori nel cervello della drosofila, meglio nota come moscerino della frutta, e usatissima come modello di studio che precede l’essere umano. Il team di ricerca ha ottenuto una mappa spaziale di questa parte del processo olfattivo del moscerino mostrando che il tutto avviene nel corno laterale, che può essere suddiviso in tre regioni, ognuna delle quali rappresenta una categoria di odori, come…

View original post 98 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.