Quel legame tra peso corporeo e fratture

OggiScienza

6983579693_a6c17b31c5_zSALUTE – Nelle donne che hanno superato la menopausa, sia perdere peso che guadagnarlo aumenta il rischio di fratture ossee, ma in punti differenti. Lo spiega un nuovo studio pubblicato sul British Medical Journal, che ha approfondito come l’influenza del peso corporeo sul rischio di fratture sia decisamente più complessa del previsto.

La visione tradizionale prevede infatti che l’aumento di peso dopo una certa età contribuisca a “difendere” da questo rischio, ma il team di ricercatori ha scoperto che semplicemente agisce in modo differente, o meglio in punti differenti. Lavorando sui dati di 120.000 donne tra i 50 e i 79 anni -raccolti dal Women’s Health Initiative Observational Study and Clinical Trials- nel corso di 11 anni, è emerso che la perdita di peso era associata a:

un aumento del 65% di fratture all’anca

un aumento del 9% di fratture degli arti superiori (mano, polso, gomito, spalla)

un aumento del…

View original post 190 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.