Dare o non dare il tablet ai bimbi?

OggiScienza

16229645818_d213095a4a_z
SALUTE – Di questi tempi sarà ormai capitato a chiunque, per esempio viaggiando in treno o in aereo, di vedere un bambino irrequieto agitarsi sul sedile e magari urlare, richiamando l’attenzione dei genitori. E sempre più spesso la scena prosegue con un tablet, un iPad o chi per lui, che rapidamente esce dalla borsa della mamma o del papà e finisce tra le sue mani. A quel punto tutto tace, i passeggeri intorno possono continuare il loro viaggio in tranquillità e i genitori tirano un sospiro di sollievo.

Certo l’avvento dei tablet e degli smartphone ci ha dotati (tra le mille altre cose) di un potente diversivo per i bambini. Ma farà loro davvero bene usarli così di frequente, come una parte normale della quotidianità? Considerando che l’utilizzo di questi strumenti è ormai così assodato che si prevedono addirittura risarcimenti per le app acquistate dai piccoli -involontariamente e senza consenso…

View original post 426 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.