Il riso di Fukushima ora è sicuro? Facciamo il punto

OggiScienza

14967588898_b48a448834_z
APPROFONDIMENTO – L’11 Marzo 2011 uno tsunami devastò le coste del Giappone provocando circa 18 mila morti e un grave danneggiamento alla centrale nucleare di Fukushima-1. Oggi, dopo quasi quattro anni, il riso della zona è stato definito sicuro per l’alimentazione.

Dopo l’incidente di Fukushima si parlò molto del pericolo radiazioni dovute al rilascio di Cesio nell’ambiente. Nonostante nessuno abbia perso la vita per colpa delle radiazioni, quasi 100 mila persone hanno dovuto abbandonare le proprie case. Comunque, a distanza di 4 anni da quell’incidente e dopo numerosi controlli negli anni passati, sembra davvero che il peggio sia passato e che il riso possa di nuovo essere commercializzato e consumato.

Per avere un quadro più chiaro, ne abbiamo parlato con Mauro Mandrioli, Professore associato in genetica al Dipartimento di scienze della vita dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Innanzitutto, questa notizia la stupisce?

Non più di tanto. Lavorando con gli…

View original post 861 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.