Fairplay per lo SKA

OggiScienza

POLITICA – Dall’inizio si sapeva che lo Square Kilometre Array (SKA) avrebbe avuto un parto complicato, ora il governo britannico rischia di farlo abortire.

In gestazione da quasi dieci anni, lo SKA è il radio-osservatorio più grande e preciso mai progettato. Con migliaia di antenne e parabole collegate dall’interferometria, distribuite in zone distanti dall’inquinamento elettromagnetico, in Sudafrica e in Australia, diventa un collettore di 1 milione di metri quadrati, e promette dati attesi a lungo da astrofisici, cosmologi e fisici teorici. Dovrebbe essere costruito in tre “passi”, il primo tra il 2018 e il 2020 con un finanziamento di 650 milioni.

La sua sede temporanea si trova al Centre for Astrophysics di Jodrell Bank, nel Cheshire, e la settimana scorsa il direttivo doveva approvare la sede definitiva scelta da un comitato di esperti nominato dagli 11 paesi finanziatori. In gara c’erano un edificio ancora da costruire a Jodrell Bank, accanto al radiotelescopio Lovell, a circa 45 minuti in macchina da Manchester, e il Castello Carrarese, proposto dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, nel…

View original post 597 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.