Morire di parto in Italia, come stanno le cose

OggiScienza

https://www.flickr.com/photos/josemanuelerre/5987537049/sizes/z/

GRAVIDANZA E DINTORNI – L’ultimo, drammatico caso arrivato alle cronache è quello di Elisa, una donna di Orvieto morta lo scorso febbraio per complicazioni insorte durante il travaglio. Una tragedia immensa per la famiglia, e non solo. Perché la mortalità materna – cioè quella per cause legate a gravidanza, parto e post-partum – è un dramma sociale sia per i professionisti sanitari sia per la comunità intera, che non riesce a rassegnarsi all’idea che un evento del genere sia ancora possibile, oggi, nel nostro paese. E invece, purtroppo, succede: in circa 10 casi ogni 100 mila nati vivi, secondo i dati conclusivi di un progetto pilota dell’Istituto superiore di sanità (ISS) sulla sorveglianza della mortalità materna in Italia, presentati lo scorso 5 marzo a Roma. È molto? È poco? Per cominciare, è un dato che prima non c’era.

«Sapevamo già che i certificati di morte dell’Istat non bastano da soli…

View original post 1.441 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.