Distrofie muscolari, individuato un gene chiave per future terapie cellulari

OggiScienza

3995218201_90f57e7ed7_oRICERCA – Le distrofie muscolari hanno ancora oggi esiti molto severi. Il muscolo scheletrico si atrofizza via via che il tempo passa, fino a compromettere la capacità motoria delle persona colpita, e nei casi più gravi, come per la malattia di Duchenne, arrivando a causare insufficienza cardio-respiratoria, che è la ragione finale della morte dei pazienti.
A oggi non esiste una cura definitiva per le distrofie muscolari, ma una strada possibile è certamente rappresentata dalle cellule staminali, in particolare da una classe di staminali adulte che si chiamano mesoangioblasti.
Oggi un team dell’Università di Milano ha scoperto un gene, PW1/Peg3, che conferisce a queste cellule due fondamentali caratteristiche: anzitutto di differenziarsi nelle cellule del muscolo scheletrico, e poi di riuscire ad attraversare le pareti dei vasi sanguigni per andare a rigenerare le fibre muscolari danneggiate. I risultati sono stati pubblicati su Nature Communications.
“Quest’ultimo aspetto è assai rilevante –…

View original post 536 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.