Quando i camaleonti, nel loro piccolo…

OggiScienza

This item is an image

SCOPERTE – Su Nature Communications, Jérémie Teyssier et al. dell’università di Ginevra spiegano perché i camaleonti leopardo cambiano colore quando s’incavolano.

I maschi di Furcifer pardalis, ma anche di Chamaeleo calyptratusRhampholeon spectrumKinyongia matschiei – e probabilmente altri camaleontidi, ma non i gekkonidi – hanno sulla pelle due strati di cellule iridofore con all’interno nanocristalli di guanina. In quello superficiale, i cristalli sono disordinati e riflettono prevalentemente il verde e l’azzurro, in quello sottostante sono distribuiti in modo più regolare e riflettono la luce a più ampio spettro, sopratutto verso l’infrarosso. Se si sentono minacciati da un altro maschio, per esempio, modificano la disposizione e lo spazio tra i cristalli che riflettono altre lunghezze d’onda con risultati spettacolari. (E un grande successo mediatico: Washington Post, The Guardian, Los Angeles Times…)

Come viene controllato il movimento dei cristalli ancora non è chiaro:

I meccanismi molecolari di questo processo restano da determinare, tuttavia…

View original post 303 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.