Bimbi iperattivi? Devono muoversi per imparare

OggiScienza

2708811013_284b9f0f5c_zSCOPERTE – Dire «stai fermo e concentrati» a un bambino che soffre di ADHD, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, non è solo frustrante e stressante sia per lui che per genitori e insegnanti, potrebbe anche essere controproducente. Perché possano davvero imparare qualcosa, hanno bisogno di muoversi. È la conclusione di uno studio sul Journal of Abnormal Child Psichology, in cui il gruppo di ricerca di Mark Rapport del Children’s Learning Clinic dell’University of Central Florida mette in discussione le linee guida seguite finora.

Tutti i movimenti, dal tamburellare delle dita all’agitare le gambe, sono fondamentali perché questi bambini possano ricordare le informazioni e svolgere compiti cognitivi complessi. Finora, imponendo loro di calmarsi e stare fermi, potremmo aver remato nella direzione sbagliata. «Gli interventi classici che si usano per ridurre l’iperattività sono esattamente l’opposto di quello che bisognerebbe fare per la maggior parte dei bambini con…

View original post 349 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.