I neonati soffrono come gli adulti

OggiScienza

2847775046_65d6178582_z
SCOPERTE – I bambini molto piccoli sperimentano il dolore nello stesso modo in cui lo fanno gli adulti, ma hanno una soglia più bassa. Lo spiega su eLife uno studio dell’Università di Oxford, aprendo la strada all’utilizzo dell’MRI (imaging a risonanza magnetica) per sondare le risposte cerebrali dei bimbi a determinati stimoli. Quando hanno pochi giorni o settimane di vita, difficilmente ai neonati vengono somministrati farmaci antidolorifici, anche nel caso debbano subire interventi per i quali un bambino più grande li riceverebbe; questa nuova ricerca potrebbe cambiare le cose.

Un neonato non può spiegarci se e dove prova dolore. C’è anche chi, ora decisamente smentito, ritiene che a pochi giorni di vita il cervello di un bambino sia ancora troppo poco sviluppato per poter percepire quello che noi consideriamo tale, e che un’eventuale reazione risulti poco più di un riflesso. Ma come studiare una cosa del genere? Se il neuroimaging

View original post 352 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.