Medici alla berlina per ridurre i cesarei

OggiScienza

https://www.flickr.com/photos/santarosa/3003869525/sizes/l

GRAVIDANZA E DINTORNI – L’Organizzazione mondiale della sanità lo ha detto chiaramente in una recente comunicazione ufficiale: il taglio cesareo è un intervento salvavita, ma solo quando viene eseguito dietro precise indicazioni mediche. Detto altrimenti: cesareo sì, ma solo quando serve e cioè quando un parto per via vaginale metterebbe in pericolo la vita di mamma o bambino. Per esempio in caso di travaglio prolungato, di sofferenza fetale o perché il piccolo si presenta in una posizione anomala. Volendo dare dei numeri, il documento dell’OMS ricorda che già nel 1985 la comunità internazionale di esperti aveva stabilito tra il 10 e il 15% il tasso ideale di parti cesarei. Studi più recenti mostrano come la mortalità materna e fetale diminuisca via via che il tasso di cesarei sale, fino a raggiungere il 10%. Oltre questa soglia, però, non ci sono prove che la mortalità migliori .

View original post 669 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.