Ricordi belli e brutti: nei topi seguono circuiti diversi

OggiScienza

7287033916_a718d45e9a_z
SCOPERTE – Un team di neuroscienziati del MIT ha scoperto nei topi i circuiti cerebrali che codificano le esperienze positive e quelle negative. Dopo aver osservato che i due circuiti mostravano un’opposta attività a seconda che si trattasse di ricordi buoni o cattivi, i ricercatori hanno rilevato che questa attività differente provocava comportamenti diversi, legati alla paura o al desiderio di ricompensa.

La ricerca, pubblicata su Nature, ha preso il via da un dubbio, un paradosso: secondo precedenti studi sembrava che una stessa regione del cervello fosse coinvolta in entrambe le reazioni, ma come un’unica regione potesse orchestrare questi comportamenti opposti, cioè la spinta all’evasione dettata dalla paura, e invece l’avvicinamento dettato dal desiderio di ricompensa, non era ancora chiaro.

La domanda era la seguente: come possono i segnali trovare il percorso giusto da seguire al’interno di questo crocevia? Vi è inoltre un legame causale fra l’identificazione…

View original post 288 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.