Il ritratto di Drosophila

OggiScienza

15045024422_c34d9f5641_z
MULTIMEDIA – Organismo modello per la ricerca in campo biologico, uno dei più studiati in genetica e biologia. Drosophila, conosciuto anche come moscerino della frutta, è protagonista del cortometraggio di Julio Molina Montenegro, filmmaker freelance e docente di tecniche di documentario e media technology. Il cortometraggio di Montenegro è una suggestione di natura scientifica: la ricerca su Drosophila per capire le potenziali basi genetiche della schizofrenia. “Il tema del mio documentario – ci racconta Montenegro – nasce dalla curiosità delle persone che ho incontrato e dall’atmosfera positiva del mio nuovo lavoro alla Bournemouth University“.

@giulirocko

Leggi anche:Come il cervello del moscerino riconosce la puzza dal profumo

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   Crediti immagine: Géry Parent, Flickr

View original post

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.