La medicina vola nello spazio

OggiScienza

12867973205_04838895f5_z

SALUTE – Oggi, domenica 28 giugno, sarà lanciato da Cape Canaveral un esperimento diretto alla Stazione Spaziale Internazionale che vede coinvolti diversi italiani.

L’obiettivo è quello di testare in microgravità alcuni dispositivi per il rilascio controllato di farmaci che sarebbero direttamente impiantabili sull’uomo. Il capo progetto è lo Huston Methodist Research Institute, che si occupa da 20 anni dello sviluppo di nanotecnologieapplicate alla biomedicina. Il direttore del centro è l’italiano Mario Ferrari, mentre condirettore del dipartimento di Nanomedicina è il torinese Alessandro Grattoni.

Il progetto è possibile grazie a un grant del Casis (Center for Advancement of Science in Space), che ha permesso al team di Grattoni di pianificare l’esperimento.

Tra i partner completamente italiani del progetto c’è il Politecnico di Torino (con il Disat), che si è occupato della progettazione e della realizzazione dei dispositivi che saranno inviati nello spazio. Inoltre, i ricercatori torinesi hanno…

View original post 390 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.