La placenta su chip

OggiScienza

11557918553_242c2d054b_z

GRAVIDANZA E DINTORNI – Una decina di anni fa, Peter Ertl era appena arrivato all’Austrian Institute of Technology di Vienna, per occuparsi di biosensori e di modellizzazione di organi e tessuti. Sua moglie all’epoca era incinta – il loro primo figlio! – ma c’era un problema, che ha finito con il condizionare l’attività del ricercatore. La donna, infatti, soffre di asma, una malattia cronica che richiede l’assunzione costante di farmaci. Nel secondo trimestre di gravidanza, la sua capacità polmonare si era notevolmente ridotta e i medici le avevano suggerito di aumentare la dose di medicine. Inevitabile, per la coppia, preoccuparsi di possibili conseguenze negative che i farmaci avrebbero potuto avere sul loro bimbo. È così che Ertl ha cominciato a interessarsi di placenta, l’organo chiave della gravidanza, quello che garantisce al feto una fornitura costante di ossigeno e sostanze nutritive, allontana le sostanze di scarto e produce…

View original post 708 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.