Come le comunità batteriche cooperano per sopravvivere

OggiScienza

5950870300_f4c941e08e_z
RICERCA – Una sorta di altruismo tra batteri, quando organizzati in grandi comunità. Questo è quanto emerso da uno studio  pubblicato sulla rivista Nature da un team di ricercatori dell’Università della California a San Diego.

I batteri sono organizzati in comunità, un po’ come gli esseri umani. Una comunità deve riuscire a trovare un compromesso tra le necessità dei singoli individui e la prosperità del gruppo che deve essere garantita nel tempo. Esistono in natura quindi i biofilm di batteri, grandi comunità che si organizzano e formano dei veri e propri “strati”, con una parte interna e una esterna.

Un gruppo di ricercatori ha cercato di indagare meglio il fenomeno, partendo dal presupposto che alcuni processi non possono essere studiati su singole cellule. In grosse comunità, infatti, avvengono processi “emergenti” che diventano attivi solo con gruppi numerosi. Ve ne sono tanti, come l’attivazione di una tossina contro l’organismo ospite (inutile se i batteri…

View original post 216 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.