Come affrontare una nuova epidemia?

OggiScienza

15787320384_9425fa4a1e_z
APPROFONDIMENTO – L’ebola fa ancora paura. Secondo quanto emerge da un sondaggio realizzato dalla World Bank nel mese di giugno 2015 fra 4000 persone in Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti, non solo l’attenzione del mondo verso l’epidemia sarebbe rimasta molto alta da ottobre 2014 a maggio 2015, ma il mondo non sarebbe affatto pronto per affrontare una nuova epidemia.
Nuovi casi di ebola continuano a emergere in Africa occidentale, e la maggior parte degli intervistati pensa che il mondo dovrà affrontare una nuova epidemia globale nel prossimo decennio, ma meno della metà degli intervistati è convinta che il proprio paese sia preparato.

Il punto più interessante del survey però non è la comprensibile paura di nuove epidemie che emerge dalle risposte degli intervistati, quanto piuttosto il dato su come il proprio paese potrebbe far fronte a una nuova emergenza sanitaria. Solo sei intervistati su 10 infatti…

View original post 659 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.