Ex Machina, quando un film passa il test di Turing

OggiScienza

Ex_Machina_film

CULTURA – Tutto inizia quando il giovane programmatore Caleb (interpretato da Domhnall Gleeson) vince una settimana con il CEO dell’azienda informatica per cui lavora. Ben presto scoprirà che il suo capo Nathan (Oscar Isaac), indisponente scienziato megalomane, lo ha chiamato per un compito molto particolare. Nathan ha progettato un robot umanoide che si chiama Ava (Alicia Vikander), di cui vuole sia testata l’intelligenza attraverso il test di Turing. In una villa modernissima completamente isolata tra i boschi, Caleb deve testare Ava al fine di stabilire se sia in grado di sostituirsi a una persona.

Ex Machinaè un film con una struttura statica e costante: a tenere il tempo della narrazione è una lieve ma implacabile inquietudine. La pellicola ci presenta degli esseri artificiali e quello che di vero sono in grado di provare, ma si sofferma anche sulle emozioni umane che spesso sono altrettanto, se non ancora di più…

View original post 213 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.