Nutrirsi senza essere mangiati: difficili scelte della migrazione

OggiScienza

15003814612_0247722d17_z

SCOPERTE – Il percorso che va dai siti di nidificazione a quelli di svernamento è lungo e impossibile da coprire in un’unica traversata. È un viaggio difficile e sono moltissimi gli animali che muoiono alla loro prima migrazione: la perdita riguarda più della metà degli uccelli.

Questa parte così importante della loro vita viene studiata (anche) dalla cosiddetta stop over biology, una branca della biologia che si concentra sullo studio dei siti di stop-over, quei luoghi nei quali gli uccelli si fermano per riposare e nutrirsi facendo delle piccole pause durante il loro lungo viaggio. Per tutti gli animali l’obiettivo è ben chiaro: raggiungere la meta il prima possibile, senza sprecare tempo ed evitando i pericoli.

Le esigenze variano da specie a specie e ci sono uccelli, come le rondini, che non si fermano lungo la strada se non quando strettamente necessario. Ma per tutti la scelta…

View original post 539 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.