Empatia e dolore sono regolati da circuiti cerebrali comuni

OggiScienza

neurons-440660_1280
RICERCA – Empatia e dolore sono regolati in parte dagli stessi circuiti cerebrali. Questa la scoperta effettuata da un team di neuroscienzati dell’Università di Vienna che ha pubblicato i risultati su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Cos’è l’empatia? La capacità di porsi nello stato d’animo di un’altra persona, una vera e propria simulazione di quello che prova l’altro. Da tempo si studia la partecipazione al dolore ed è noto, grazie ad analisi con risonanza magnetica funzionale, che l’empatia attiva due aree del cervello coinvolte anche durante il dolore vissuto in prima persona, chiamate insula anteriore e corteccia del cingolo anteriore. Alcuni ricercatori dell’Università di Vienna sono quindi partiti dall’ipotesi che l’empatia possa essere una simulazione cerebrale del dolore di un’altra persona, come l’evocazione di un sentimento allo stesso modo di quando lo si prova.

Da questa ipotesi basata sui soli dati di neuroimaging

View original post 280 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.