Lo zampino di eBay nelle specie invasive

OggiScienza

2574605536_fabe10c4d7_z

AMBIENTE – La palma di Fortune (Trachycarpus fortunei), le verghe d’oro (genere Solidago) e la balsamina (Impatiens glandulifera) sono piante ormai ampiamente diffuse anche in Europa ma arrivano dalla Cina, dalla Birmania, dall’Africa, dall’Himalaya. Giunte a noi come piante ornamentali si sono rapidamente trasformate in specie invasive, “scappando” in natura fino a minacciare, come succede oggi, la fauna nativa. Certo in quanto specie vegetali fanno meno notizia degli scoiattoli grigi che minacciano quelli rossi, dei gatti che sterminano la fauna selvatica o delle nutrie (al pari di quanto succede con il commercio illegale sul mercato nero) ma non per questo la situazione è meno spinosa.

Si parla di invasione biologica ed è in corso su ogni continente del nostro pianeta, incoraggiata soprattutto dal commercio che – complice Internet con le aste online – fa viaggiare specie invasive in giro per il mondo.

Per 50 giorni…

View original post 563 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.