L’origine del cane addomesticato in Asia centrale

OggiScienza

4462172246_ac6a9891ca_z

SCOPERTE – L’antenato del cane addomesticato potrebbe essersi evoluto circa 15.000 anni in una zona dell’Asia centrale. È questo il risultato di una ricerca da poco pubblicata da un gruppo di ricercatori delle Università di Cornell e Stanford sulle pagine della rivista PNAS. Una scoperta che aggiunge un nuovo tassello al puzzle che ci permette di capire sempre meglio quali sono state le tappe della domesticazione (anche su quelle che riguardano i gatti la ricerca continua a lavorare).

Per ricostruire la storia evolutiva del cane addomesticato, un gruppo di studiosi ha analizzato il genoma di 165 razze moderne di cane (sono stati circa 4600 gli animali considerati) e di 549 “cani da villaggio” provenienti da 38 Paesi diversi. Questo gruppo, in particolare, è rappresentato da animali randagi che vivono in modo indipendente in alcune regioni isolate, sono liberi di muoversi sul territorio e di riprodursi liberamente.

I…

View original post 160 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.