Canguri a basse emissioni

OggiScienza

5174494350_b2a146b7d7_z

WHAAAT? Il venerdì casual della scienza – Anche se di fronte al tema “emissioni” il nostro primo pensiero difficilmente sarà il contributo in merito da parte degli animali, anche loro (tramite la digestione) producono considerevoli quantità di metano: un esempio sono le mucche (qui lo spiegavamo bene), che emettono un gas serra 25 volte più potente dell’anidride carbonica e che va a costituire il 20% delle emissioni provenienti da attività di allevamento e agricole. Ma se tanto si parla dei grossi bovini e della loro responsabilità nel riscaldamento globale (e di come ovviare al problema, per esempio puntando sulla riproduzione mirata come suggerisce il progetto Ruminomics), perché non dare un’occhiata alle emissioni di altre specie meno vicine a noi?

Ci ha pensato una collaborazione internazionale con ricercatori dell’Università di Zurigo, dell’ETH Zürich e dell’Università di Wollongong, in Australia, confrontando le emissioni di una mucca…

View original post 373 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.