Indonesia: una crisi ambientale, economica e sanitaria internazionale

OggiScienza

22362027671_0bacde78c1_z

APPROFONDIMENTO – Lo abbiamo vissuto con Fukushima, prima di allora con il disastro della Deepwater Horizon. Si potrebbe dire che la madre di tutte queste situazioni sia stata Chernobyl, ma succede, su scala minore, continuamente. Insomma, raramente un disastro naturale non tracima nelle nazioni confinanti. Ed è proprio quello che sta succedendo in Indonesia, dove i roghi dolosi stanno provocando non solo un grave allarme sanitario, ma anche non poche tensioni tra le nazioni del Sud-Est asiatico.

I fatti, ben spiegati qui, sono noti: in Indonesia questa è la stagione in cui le compagnie che producono olio di palma cercano di strappare alla foresta nuovi terreni fertili, e lo fanno con il metodo antiquato del “taglia e brucia”. Ma quest’anno la situazione è andata decisamente fuori controllo, e i fumi che si sono sprigionati da questi incendi hanno creato una situazione di emergenza socio-sanitaria

View original post 712 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.