L’ape europea, compagna di merende da 9000 anni

OggiScienza

560784712_c697634b6f_z

SCOPERTE – Quasi cinquanta ricercatori di svariate discipline e decine di Paesi europei, mediorientali e nord-africani hanno studiato i lipidi rimasti attaccati a 6400 cocci di ceramica, trovati negli scavi di siti preistorici dall’Anatolia alla Scandinavia passando dalla Gran Bretagna e l’Irlanda. Il risultato di anni di lavoro è uscito su Nature, che gli ha anche dedicato la copertina. Le analisi molecolari (1), scrivono gli autori, mostrano che

i contadini hanno sfruttato i prodotti delle api, continuamente e probabilmente estensivamente almeno dal settimo millennio a.C.,  per una varietà di funzioni tecnologiche e culturali. La stretta associazione tra l’Apis mellifera e le comunità contadine del Neolitico risalgono agli albori dell’agricoltura, e può indicare l’inizio di un processo di addomesticamento.

apeannaLa distribuzione geografica e cronologica dello sfruttamento dei prodotti delle api, dal tardo Paleogene in poi, ricalca la diffusione dell’agricoltura, ma a prima vista non sembra così “estensiva”. Possibile che in Spagna, dove una pittura rupestre

View original post 224 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.