OCSE: poco personale specializzato per la cura degli anziani

OggiScienza

4182166296_35cba95783_z

SPECIALE NOVEMBRE – Nella scorsa puntata del nostro racconto dell’ultimo report Health at a Glance 2015 dell’OCSE, riportavamo il dato secondo cui in Italia abbiamo molti meno infermieri rispetto alla media dell’area OCSE. In una società che invecchia e che nella maggior parte dei casi invecchia da malata, questi sono numeri non secondari. Chi si prende cura degli anziani, magari malati cronici e che necessitano di cure domiciliari? Molto spesso personale non specializzato, cioè i familiari dei malati.

Schermata 2015-11-23 alle 09.04.11 Clicca sull’immagine per visualizzare l’infografica interattiva

Il primo dato che balza agli occhi è che sono stimati a 18 milioni gli individui affetti da demenza fra i Paesi cosiddetti ricchi, e 47 milioni (dato OMS) nel mondo. La media OCSE parla di 15 malati ogni 1000 abitanti, che secondo le previsioni dovrebbero salire a 20 nel 2035. Questo solo per citare le malattie neurodegenerative più comuni fra la popolazione anziana.

A…

View original post 486 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.