Animali che ci aiutano a diagnosticare il cancro

OggiScienza

Rock_dove_-_natures_pics
RICERCA – È possibile addestrare gli animali ad aiutarci nella lotta contro il cancro? La risposta sembra essere affermativa e gli studi condotti da differenti gruppi di ricerca in tutto il mondo stanno fornendo le prove scientifiche.

Ne avevamo già parlato in un articolo pubblicato lo scorso marzo e, dopo il cane addestrato a riconoscere l’odore del tumore alla tiroide, ecco un altro studio comportamentale. Questa volta i protagonisti sono dei piccioni (Columba livia), animali che hanno un buon sistema visivo, e che a differenza nostra percepiscono 5 colori e non 3. Nello studio, pubblicato sulla rivista PLOS One, i piccioni sono stati addestrati a riconoscere la presenza di cellule tumorali in immagini di biopsie di tessuto mammario precedentemente analizzate per diagnosi; già dopo qualche ora di addestramento (effettuato attraverso ricompense di cibo dopo risposte esatte) erano in grado di discernere le cellule sane…

View original post 309 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.