Gli occhi discreti dei chitoni: una nuova ispirazione per tecnologie future

OggiScienza

Acanthopleura_granulata_(West_Indian_fuzzy_chitons)_(San_Salvador_Island,_Bahamas)_1_(16131898481)

SCOPERTE – Possiamo attingere ai segreti dalla natura per inventare nuove tecnologie? I casi di imitazione di processi naturali, biologici o chimico-fisici sono sempre meno rari. Soprattutto per chi studia e implementa nuove tecnologie, conviene perciò stare ben attenti a quello che ci circonda e imparare a sfruttare al massimo i dati di ricerche apparentemente lontane da un’immediata applicazione.

È di pochi giorni fa uno studio pubblicato su Scienceche in questo senso stuzzica molto la fantasia di nanotecnologi e ingegneri dei materiali, e che intanto arricchisce molto, con sorpresa, la conoscenza dei biologi che studiano un particolare tipo di molluschi: i chitoni.

Il chitone è un mollusco marino, riconoscibile per il suo guscio corazzato da placche. Queste placche sono ricoperte da moltissime piccole protuberanze, che non sono in realtà (solo) quello che sembrano: sono infatti gli occhi degli animali. Al posto di materiale organico, questi molluschi hanno apparati visivi…

View original post 768 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.