Le planarie si fanno crescere la testa di altre specie

OggiScienza

578px-Dugesia_subtentaculata_1

WHAAAT? Il venerdì casual della scienza – Alla Tufts University un gruppo di biologi è riuscito a fare crescere a una specie di planaria la testa di altre specie, sempre vermi piatti del genere Planarium, comprese le caratteristiche fisiologiche del cervello. Il tutto senza agire sulla sequenza genomica degli animali, ma intervenendo sui loro circuiti fisiologici, più precisamente sulle sinapsi elettriche del loro corpo. La scoperta è talmente interessante da essersi guadagnata la copertina dell’International Journal of Molecular Sciences, uscito il 24 novembre.

Le planarie sono diffuse un po’ in tutto il mondo e vivono in acque dolci e salate: oltre a essere animali molto sensibili all’inquinamento e, di conseguenza, ottimi bioindicatori dello stato di salute di un ecosistema (acquatico o terrestre), hanno una notevole capacità rigenerativa che le ha rese oggetto di studi scientifici. Non si tratta solo di riparare le ferite, o farsi ricrescere la…

View original post 472 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.