La Gran Bretagna ferma le rinnovabili?

OggiScienza

640px-BedZED_2007

AMBIENTE – Il Regno Unito ha deciso di intervenire con tagli pesanti agli incentivi per le fonti energetiche rinnovabili. La decisione – annunciata i giorni scorsi con un comunicato stampa del Ministero dell’Energia e del Cambiamento climatico guidato da Amber Rudd – ha scatenato una bufera tra produttori e utilizzatori di energia verde. Soprattutto subito dopo la chiusura della COP21, dove anche il premier britannico David Cameron si è speso per unirsi al coro di buone e decise intenzioni per fare qualcosa subito per contrastare il cambiamento climatico.

L’immediato disappunto di investitori e operatori delle rinnovabili ha forse avuto già un effetto correttivo: dall’annunciato taglio dell’87%, si è passati a una riduzione del 65%, dimezzando il limite di potenza massima installabile sui tetti delle abitazioni comuni, mentre per impianti più grandi, dell’ordine di 1MW di potenza e oltre, i tagli sono dell’85% per installazioni su tetto e 71%…

View original post 620 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...