Ammalarsi per una zanzara

OggiScienza

mosquito-83639_1920
ATTUALITÀ – Il nome del virus è ignoto ai più e per adesso il pericolo è ancora lontano, in un altro emisfero, in un altro continente. Ma il focolaio di infezione che ha generato sta diventando importante sia per estensione che per tipo di complicazioni.  Lo Zika virus, infatti, si manifesta con febbre, mal di testa, congiuntivite e dolori alle giunture, ma oltre a questo sembrerebbe essere responsabile di alcune complicanze neurologiche, come la Sindrome di Guillan-Barré che colpisce il sistema nervoso periferico di adulti e bambini, o la microcefalia nel caso dei feti che nascono appunto con una circonferenza della testa troppo piccola.

Per adesso il virus è localizzato in America Meridionale e Centrale:  Brasile (un milione di casi), Cile, Colombia (578 casi), El Salvador (240), Guatemala (1), Messico, Paraguay, Suriname e Venezuela (4) hanno via via segnalato la presenza dello Zika Virus, identificato per la prima volta sull’Isola…

View original post 659 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...