La mirabolante lingua di un piccolo camaleonte

OggiScienza

Chameleon1

WHAAAT? Il venerdì casual della scienza – I camaleonti più piccoli si cimentano in performance decisamente più impressionanti rispetto alle specie di maggiori dimensioni. Un po’ come Rhampholeon spinosus, il rosette-nosed chameleon, un rettile che può comodamente stare sulla punta d’un dito ma nel giro di 20 millisecondi è in grado di catturare una preda con la lingua e farla arrivare nella sua bocca. Molto più rapidamente di quanto possa fare ad esempio Trioceros hoehnelii, in video

Gran parte dell’energia che permette a R. spinosus (e a molte altre specie che conosciamo meglio) di ottenere performance così strabilianti risiede nel tessuto elastico della sua lingua, e viene “caricata” prima ancora che questa esca all’attacco. Christopher Anderson del Chameleon Specialist Group, il biologo della Brown University che ha studiato il mini camaleonte, ha confrontato la specie con altre 20, di dimensioni molto diverse, e posizionando tutti i camaleonti davanti…

View original post 417 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...