Missione Rosetta: ghiaccio in superficie e l’addio a Philae

OggiScienza

rosetta ghiaccio cometa

CRONACA –  Una buona notizia e una cattiva arrivano nelle prime due settimane del 2016 dalla cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko. La missione Rosettadell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha scoperto la presenza di ghiaccio d’acqua sulla superficie della cometa, ma ha dovuto dire addio a Philae. Il lander non inviava segnali da luglio 2015 e il 10 gennaio i tecnici del German Aerospace Center di Colonia hanno messo in atto l’ultimo disperato tentativo di risvegliarlo. Tentativo che è fallito, spiega il direttore della missione Stephan Ulamec: “Non abbiamo ricevuto risposta, dobbiamo dirgli addio”.

C’è ghiaccio sulla cometa

La presenza di acqua sulla cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko era già nota ed è stata confermata dai dati pubblicati nel 2014 dagli scienziati. La sonda Rosetta ha viaggiato per oltre 10 anni nel Sistema Solare per raggiungere la cometa, evidenziando la presenza di acqua non solo in stato di vapore nella coda dell’oggetto celeste, ma anche…

View original post 507 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...