Tempo, stress, rete sociale: parole chiave tra smart working e disoccupazione

OggiScienza

work-management-907669_640

APPROFONDIMENTO– Ci sono i guru della settimana lavorativa da quattro giorni (non è un’idea recente, e le possibilità sono illimitate), le aziende in cui si lavora quanto si vuole (leggi anche: tutte le vacanze che si vuole) e quelle che provano a lasciare a casa i dipendenti un giorno a settimana. Mentre la vecchia idea di lavoro ci scivola tra le dita, i due ambiti forse più monitorati – dalla scienza e non solo – sono lo smart working e la disoccupazione. Che in base a due studi recenti sono accomunati dal tempo. Nel primo caso come elemento da gestire bene per un corretto bilanciamento vita-lavoro (e salute), nel secondo come network good: il suo valore deriva dalla condivisione. Vediamoli entrambi.

On-call, cosa comporta essere sempre a disposizione?

“L’opportunità di lavorare in qualsiasi orario e luogo grazie alle nuove tecnologie di comunicazione – premettono…

View original post 724 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...