Ricercatori: la promessa dell’indennità di disoccupazione

OggiScienza

IL PARCO DELLE BUFALE – Dalla scorsa primavera, in Parlamento va in scena Dis-coll, la soap opera in cui ministri e onorevoli decidono a puntate alterne di riconoscere e disconoscere l’indennità di disoccupazione agli assegnisti di ricerca che non vengono più retribuiti.

Il 13 maggio, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti precisa ai deputati che per legge borsisti, dottorandi e ricercatori precari rientrano in

una tipologia di rapporto del tutto peculiare, fortemente connotata da una componente “formativa” dell’assegnista (si pensi ai progetti di ricerca presentati dai candidati, selezionati e finanziati da parte del soggetto che eroga l’assegno)

Da collaboratori coordinati, continuativi e subordinati del docente o direttore di ricerca, sono solo studenti fino ai 45 anni e oltre. E poi le trattenute sul loro assegno vanno a una “gestione separata” dell’INPS, ma non possono vantare gli stessi diritti dei co.co.co., co.co.pro. e altre fattispecie ovaiole regolamentate dal Jobs Act.

Dopo alcune puntate soporifere che riducono l’audience ai circa

View original post 386 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...