Stardust memories: il ritorno dell’aerogel

OggiScienza

p48567a

APPROFONDIMENTO – In questi giorni, la NASA ricorda il 10° anniversario della missione Stardust, conclusa con successo con l’arrivo a Terra di una sonda carica di polvere interstellare, proveniente dallo spazio più profondo e da frammenti della cometa WILD 2, raggiunta dopo circa 6 anni di viaggio. Le analisi dei dati avrebbero coinvolto anche ricercatori italiani dell’INAF.

Il 20 gennaio 2006, la NASA decise di rendere pubblica la prima immagine dei campioni ricchi delle preziose micro particelle. Si trattava infatti di un successo degno di celebrazione, perchè il risultato non era affatto scontato e gli scienziati dell’Agenzia Spaziale poterono tirare un sospiro di sollievo solo dopo aver aperto lo sportello della sonda Stardust.
Da quel momento, i laboratori JPL di Pasadena in California avevano a disposizione una quantità eccezionale di frammenti di materiale risalente direttamente alla formazione del Sistema Solare – circa 4.5 miliardi…

View original post 1.033 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.