Vivere sostenibile. Il baby impatto ambientale

OggiScienza

3370498053_612bf01ac8_z

SPECIALE GENNAIO – 2016, tempo di affrontare i problemi globali del pianeta partendo dalle nostre azioni quotidiane. Lo dice l’International Council for Science che ha decretato l’anno in corso l’International Year of Global Understanding (#IYGU). Ognuno di noi, con piccole azioni quotidiane, può promuovere uno sviluppo sostenibile che è, in primis, una sfida globale ma che dipende anche dal modo in cui viviamo, lavoriamo, consumiamo, si legge nel sito dell’IYGU.

Nemmeno le scelte più intime e personali, come avere dei figli e il modo in cui crescerli, sono immuni da questo percorso. Cosa hanno a che fare i neonati con il cambiamento climatico? Possibile che dei piccoli cuccioli umani possano avere un impatto ecologico per niente trascurabile? Sembrerebbe proprio di si. Per quanto non sia, a ragione, tra i primi pensieri dei futuri o neo genitori, la nascita di un figlio rappresenta un fardello non indifferente per il nostro sistema…

View original post 855 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...