Come una pianta carnivora decide il suo pasto

OggiScienza

venus-flytrap-595235_640

WHAAAT? Il venerdì casual della scienza – In ambienti il cui suolo non ha molti nutrienti da offrire, le piante carnivore come la dionea (Dionaea muscipula) si nutrono di piccoli insetti, malcapitati che finiscono nel bel mezzo di quello che i ricercatori paragonano a uno stomaco verde. Ma le due metà della dionea non si serrano intorno a qualsiasi cosa capiti loro a tiro: la pianta conta quante volte viene toccata e, solo dopo cinque, inizia a produrre gli enzimi digestivi in proporzione alle dimensioni della preda. Un processo complicato, affascinante e letale.

Il meccanismo di caccia della dionea è stato spiegato pochi giorni fa sulla rivista Current Biology da un gruppo di ricercatori guidato da Rainer Hedrich della Universität Würzburg, in Germania. “Il numero di potenziali d’azione informa [la pianta] riguardo alla grandezza e al contenuto di nutrienti della preda agonizzante”, spiega lo scienziato in un…

View original post 316 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...