Due soli, un pianeta: così nasce un sistema planetario

OggiScienza

0215_BINARY-3-WEB-244p3bi I dati raccolti dall’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array hanno permesso di identificare il sistema binario HD 142527. Crediti immagine: Andrea Isella/Rice University; B. Saxton/NRAO/AUI/NSF; ALMA/NRAO/ESO/NAOJ

SCOPERTE – Due Soli per un pianeta? Anche in un sistema binario formato da due stelle è possibile osservare la nascita di un sistema planetario. Se fino a qualche anno fa gli astronomi ritenevano che la formazione di pianeti nei sistemi binari fosse impossibile, perché l’oggetto era ritenuto destinato ad essere espulso dalla sua orbita o a collassare su uno dei due soli, le osservazioni nel tempo hanno smentito la teoria.

L’ultima smentita arriva dal gruppo di ricerca coordinato da Andrea Isella, astronomo italiano che lavora per la Rice University, che durante la conferenza dell’American Association for the Advancement of Science (AAAS) a Washington ha annunciato la scoperta di una culla di pianeti nel sistema binario HD 142527, che si trova nell’ammasso di stelle Scorpius-Centaurus, distante…

View original post 620 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.