Zika, scoperto possibile rapporto con la microcefalia

OggiScienza

110086_web Il virus Zika è in grado di infettare le cellule progenitrici neurali corticali, causandone la morte. Crediti immagine: Sarah C. Ogden

SCOPERTE – Mentre la comunità scientifica si mantiene cauta nell’associare Zika alle malformazioni neurologiche, nei laboratori di tutto il mondo si lavora per conoscere meglio il virus Zika e indagare il suo possibile collegamento con la microcefalia, la patologia che colpisce i feti e causa una riduzione significativa del volume del cervello e della circonferenza cranica.

I casi riportati in Brasile sono stati quasi 4000 in un anno – anche se le analisi per confermarli sono ancora in corso – e nel novembre 2015 è stata dichiarata l’emergenza sanitaria. Mentre l’OMS ribadisce l’importanza della prevenzione, dalla collaborazione tra i laboratori della Johns Hopkins, della Florida State University e della Emory University arriva un primo risultato. Ottenuto sulle cellule staminali in un’intensa indagine durata un mese, che…

View original post 352 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.