Un fossile di una T. rex incinta ci aiuterà a identificare il sesso dei dinosauri

OggiScienza

160315085637_1_900x600 Un gruppo di ricercatori ha identificato nel femore di un fossile di T. rex un tessuto riproduttivo che identificherebbe l’esemplare come femmina. Crediti immagine: Mark Hallett

SCOPERTE – Nord America, 68 milioni di anni fa. Qui un Tyrannosaurus rex morì e suoi resti giunsero fossilizzati sino a noi. A rendere però unico l’esemplare ritrovato è il fatto che fosse quello di una femmina gravida, come spiega una pubblicazione su Nature. Il che potrebbe aiutarci a distinguere i dinosauri maschi dalle femmine.

“Gravida” è un termine da utilizzare con cautela, perché – com’è noto – i dinosauri deponevano uova, al pari degli uccelli, loro discendenti. Ci si riferisce quindi al fatto che l’animale avesse nel proprio addome uova fecondate. Per capirlo, la squadra guidata da Mary Schweitzer (biologa evoluzionista della North Carolina State University) ha dovuto esaminare una sezione del femore del tirannosauro, all’interno del quale si è preservato il…

View original post 438 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.