Carbone del mais: malattia distruttiva o prelibatezza messicana?

OggiScienza

RICERCANDO ALL’ESTERO – “La patologia vegetale è importantissima, magari nella vita di tutti i giorni non ci pensiamo ma senza questo tipo di ricerca tra qualche anno potremmo non mangiare più banane a causa di un fungo parassita. Personalmente, ho sempre amato lavorare con le piante, andare alla ricerca di quelle malate, scoprire perché stavano male e cercare di curarle”.

picture_MarinoMoretti A volte gli agricoltori messicani infettano volontariamente i semi di mais con Ustilago maydis perché, le pannocchie infettate da questo fungo, vengono cucinate per un piatto tipico locale, l’huitlacoche.

Nome: Marino Moretti
Età: 34 anni
Nato a: Piedimonte matese (CE)
Vivo a:Marburg (Germania)
Dottorato in:Biologia e Biotecnologia dei Funghi (Torino)
Ricerca: Fitopatologia molecolare di Ustilago maydis
Istituto:Department of Organismic Interactions, Max Planck Institute for Terrestrial Microbiology (Marburg, Germania)
Interessi: cucina rinascimentale, opera lirica, cinema, teatro, mostre.
Di Marburgmi piace: il paesaggio, la sicurezza (si può…

View original post 1.033 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.