Le macchine e il lavoro del futuro

OggiScienza

Se le macchine progressivamente si occuperanno della maggior parte dei nostri lavori, noi che cosa faremo? Crediti immagine: Kate McCully, Flickr

TECNOLOGIA – Uno dei timori più grandi relativi al progresso tecnologico è, da sempre, che le macchine si evolvano al punto di rimpiazzarci in quasi tutte le attività lavorative che svolgiamo. Si tratta di una prospettiva ben poco attraente e, in molti casi, già assai concreta. Secondo il futurologo Jerry Kaplan, tuttavia, non tutti i mali vengono per nuocere anche in questo caso. Se da una parte è allarmante la prospettiva che milioni di posti di lavoro vengano cancellati dall’introduzione di macchine evolute, Kaplan ritiene che molte nuove possibili occupazioni sorgeranno con l’avvento delle nuove tecnologie.

Ciò che davvero è a rischio, secondo Kaplan, sono i lavori ripetitivi, che richiedono modeste capacità e che sono, per loro natura, facilmente rimpiazzabili. Quindi, nell’opinione dello studioso, uno dei problemi da affrontare…

View original post 478 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.