Zika virus, gli ultimi aggiornamenti

OggiScienza

Aedes_aegypti_CDC-Gathany Le zanzare che trasmettono il virus Zika si stanno adattando a sopravvivere e riprodursi anche al di fuori delle aree tropicali e sub-tropicali. Crediti immagine: Public Domain

SALUTE – Già alla fine di gennaio, quando Zika era diffuso in almeno 23 Paesi, il direttore generale dell’OMS Margaret Chan ha definito i livelli di allarme “estremamente alti”. All’inizio il virus ci sembrava qualcosa di molto lontano, ben diverso da altre malattie tropicali sempre trasmesse dalle zanzare come la dengue o la chikungunya, più note e temute. In realtà più che lontano era poco conosciuto, meno studiato rispetto agli altri flavivirus, al punto che la sua struttura non era stata mappata fino a uno studio molto recente (pubblicato a fine marzo). Una volta ipotizzata – e poi confermata – la correlazione con la microcefalia, patologia che colpisce i feti e causa una riduzione significativa del volume del cervello e della circonferenza…

View original post 986 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.