Stampa 3D e medicina: il progresso corre veloce

OggiScienza

1024px-Felix_3D_Printer_-_Printing_Head Grazie alla stampa 3D è possibile realizzare a basso costo anche protesi e apparecchiature per migliorare la vita di chi ha una disabilità. Crediti immagine: Jonathan Juursema, Wikimedia Commons

SENZA BARRIERE – Nel 1983, grazie a un’intuizione dell’ingegnere statunitense Chuck Hull, nacque la stereolitografia, la prima tecnica di stampa 3D che permetteva di realizzare singoli oggetti tridimensionali a partire dai dati digitali elaborati da specifici software. Questa tecnica fu impiegata fin da subito come sistema di prototipazione rapida, poiché in grado di creare in tempi brevi e a basso costo oggetti da testare prima di passare alle fasi di produzione industriale. A distanza di più di trent’anni dall’invenzione di Chuck Hull molte cose sono cambiate. Il 3D printing ha compiuto passi da gigante e c’è chi, ormai da tempo, parla dell’avvento di questa tecnologia come di uno dei segni evidenti di una Terza rivoluzione industriale già in corso. Oggi…

View original post 742 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog, Uncategorized. Contrassegna il permalink.