Api del Capo: nell’alveare la riproduzione è asessuata

OggiScienza

Perché alcune popolazioni iniziano a riprodursi asessualmente? Qual è il beneficio di riprodursi sessualmente? Ancora non abbiamo una risposta ma l’Apis mellifera capensis fa proprio così. Crediti immagine: Julie Anne Workman, Wikimedia Commons

SCOPERTE – In Sudafrica esiste una popolazione isolata di api mellifere, le api del Capo, in cui le femmine possono attivare i propri ovari e si riproducono senza alcun bisogno dei maschi. In natura non sono poche le specie a riprodursi per via asessuata, ad esempio tra i platelminti, i batteri e i poriferi, ma le api di solito non appartengono alla categoria. L’unica femmina fertile e dotata di apparato riproduttore sviluppato solitamente è la regina, con il compito di produrre migliaia di uova che verranno poi fertilizzate dalle api maschio, i fuchi, e infine deposte. Al contrario, è lo stesso DNA delle api del Capo (la sottospecie Apis mellifera capensis) a fertilizzarne le…

View original post 376 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...