La storia del neutrino

OggiScienza

ATTUALITÀ – Il nome “neutrino” deriva dal vezzeggiativo di “neutrone” e nasce da una conversazione tra Edoardo Amaldi ed Enrico Fermi all’Istituto di fisica di via Panisperna. Da quel momento la comunità scientifica internazionale userà questo termine senza tradurlo in altre lingue. Questa particella elementare è al centro di importantissime scoperte, alcune delle quali sono state premiate dal Nobel per la Fisica. In questa timeline vengono raccontate le principali tappe della storia del neutrino, dagli anni Trenta a oggi.

I neutrini sono tantissimi, arrivano sulla Terra e si aggirano per tutto l’Universo. Sparsi in tutto il mondo, i laboratori sotterranei e i telescopi, grazie ad altissime tecnologie e a grandi sforzi, cercano di vedere e misurare queste particelle invisibili. Il nostro corpo, in ogni istante, è attraversato da miliardi di neutrini, senza però che queste interazioni danneggino la materia di cui siamo fatti.

@giulirocko

Leggi anche:Neutrino…

View original post 28 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre era in viaggio tra Sirio e Nibiru, ha dovuto nascondere la sua identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vive a Novi Ligure (AL) da quando era bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ha iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente si occupa di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adora leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ha un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprì il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunse l’attività di divulgazione che lo hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...